mail
home
 
Scheda Progetto
 
 

Anagrafica progetto

protocollo 06/11
Anno 2011
Nome Organismo Fondazione Aldini Valeriani

Titolo del progetto Europass Language Passport Dissemination Tools Network
acronimo elp-DESK

Tipologia organismo

Centro di formazione
Impresa
Scuola di lingua
Associazione sindacale
Associazione datoriale
Ente locale
Università
Istituto scolastico
Altro  


Indirizzo organismo

via Via Bassanelli , 9/11 città Bologna nord/centro/sud
cap 40129 regione Emilia Romagna  

telefono 1 +39/051 4151911 fax 1 ++39/051 4151920
telefono 2 fax 2
telefono 3 sito web http://www.fav.it
email 1 mike.hammersley@fav.it email 2


sintesi italiano

L’obiettivo principale del progetto elp-DESK è quello di sviluppare approcci e risorse con i quali promuovere e divulgare il Passaporto Europeo delle Lingue (PEL) come uno “standard”, in grado di descrivere e dare una rappresentazione efficace delle effettive competenze ed esperienze linguistiche degli individui. Attraverso il PEL, si possono descrivere le capacità linguistiche usando una scala basata sul Quadro Comune di Riferimento per le Lingue (livelli A1-C2), indicando non solo le certificazioni formali, ma anche le esperienze e competenze acquisite attraverso l’apprendimento informale e non formale (ad esempio, lavori o studi all’estero, autoapprendimento, contatti sociali). In particolare, le attività del progetto sono indirizzate ai giovani che stanno completando la loro educazione e cercano di inserirsi nel mondo del lavoro, così come a tutti che vogliono presentare una vista completa della loro preparazione linguistica. Inoltre, il PEL è rilevante per tutti i settori professionali e contesti formativi nei quali è richiesta la valutazione delle competenze linguistiche. Dopo un’analisi della attuale conoscenza ed utilizzo del PEL all’interno di vari gruppi di utenti, il progetto ha sviluppato diversi strumenti innovativi per promuovere una sostanziale implementazione più estesa del Passaporto sia nella formazione che negli ambienti di business (reclutamento e audit linguistico). Si spera che il PEL possa diventare un benchmark riconosciuto per presentare le competenze linguistiche in un formato elettronico moderno e con ciò migliorare il riconoscimento di tutti i metodi di apprendimento, insegnamento e di valutazione delle lingue. Lo sviluppo Il progetto elp-DESK è stato svolto da un partenariato internazionale di 8 organizzazioni, ciascuna coinvolta nel settore dell’educazione e specializzata in competenze diversificate. Dopo aver appurato che la conoscenza del PEL continua ad essere limitata tra tutti i gruppi di utenti, e che i lavoratori e le imprese sono molto reticenti riguardo alle modalità di valutazione delle competenze non formali, il partenariato ha identificato una serie di risorse e metodologie che potrebbero essere utili per accrescere la conoscenza del PEL. E’ stata ricercata in special modo l’integrazione con i modelli di “portfolio”, attraverso i quali gli utenti possono dare una rappresentazione articolata ed aggiornata della loro esperienza, e sono stati progettati, prototipizzati e sviluppati nuovi strumenti software e hardware per favorire ed incoraggiarne un uso molto più ampio. È stato quindi preparato del materiale promozionale tra cui un video e una animazione con le istruzioni sull’PEL, che sono state diffuse tramite web. Sono stati inoltre organizzati eventi in tutta Europa destinati a pubblici diversi al fine di disseminare sia gli esiti del progetto che i prodotti da esso sviluppati. La ricaduta Per promuovere l’uso ed il riconoscimento del PEL, il progetto elp-DESK ha sviluppato una serie di prodotti di supporto: 1) un sito internet dedicato (www.elp-desk.eu) e un video promozionale 2) due applicazioni on-line indirizzate a target group specifici (giovani e studenti/adulti) per facilitare la compilazione elettronica del PEL; 3) una applicazione su USB, che aggiunge un modello “portfolio” al PEL di base, così da consentire agli utenti di preparare e salvare le concrete evidenze delle loro competenze linguistiche (in file di testo, audio, video, ecc.); 4) una applicazione per l’i-phone con la quale gli utenti possono completare e aggiornare il proprio PEL su un dispositivo mobile In particolare, la ricaduta del progetto si può avere nella possibilità di promuovere integrazioni tra apprendimento formale ed informale, nella maggiore predisposizione e fiducia nei sistemi di auto-valutazione ed una cultura di “portfolio”, che offre metodi convincenti per registrare le esperienze linguistiche in un modo di facilissima comprensione. Un maggior riconoscimento del PEL può sicuramente essere utile per incoraggiare l’apprendimento linguistico, così come un sistema per documentare, a livello, europeo tutte le esperienze e le qualifiche può aumentare la mobilità transnazionale al vantaggio del mercato del lavoro. In futuro il PEL potrebbe servire come un modello iniziale per lo sviluppo di un Passaporto Europeo delle Competenze che utilizzi un approccio similare per presentare altre soft skills oltre che quelle linguistiche.


sintesi inglese

The principal objective of the elp-DESK project is to develop approaches and resources with which to promote and disseminate the Europass Language Passport (ELP) as a standard, recognised and effective means of presenting and substantiating individual linguistic competence and experience. With the ELP, individuals can describe their language ability using a six-step scale based on the Common European Framework of Reference for Languages (levels A1-C2), and indicate not only formal, examination qualifications, but also experience and expertise gained through non-formal or informal learning (e.g. work and/or study abroad, self learning, social contacts). In particular, the project activities are addressed to young people completing their education and seeking to enter the world of work, as well as to all individuals wishing to present a full picture of their language expertise. Moreover, the ELP is relevant for all professional sectors and training environments in which a recognised and easily understood indication of linguistic competence is required. Following an analysis of the current awareness and use of the ELP among various user groups, the project has developed a number of innovative products to promote a wider implementation of the Passport both in language teaching and training and in business contexts (recruiting and language auditing). It is hoped that the ELP may become a recognised benchmark to present linguistic competence in a modern electronic form, so enhancing the recognition of all forms of language learning, training and qualification. The elp-DESK project was undertaken by an international group of eight organisations involved either in education activities or offering specific competences. Having identified that knowledge of the Europass Language Passport continues to be limited across all target groups, while businesses, in particular, remain extremely reticent with regards non-formal forms of skills assessment, the project partnership identified a series of resources and methodologies that might serve to raise awareness of the ELP. Specifically, the integration of ‘portfolio’ models, whereby users can present concrete proof of their actual expertise, was investigated, and innovative new software and hardware to facilitate and encourage the wider use of the ELP was designed, prototyped and developed. Promotional material, including an instructional video and animation, was prepared and distributed through the project web-site. Finally, a programme of dedicated events across Europe was organised for various audiences and stakeholders to disseminate both the ELP and the project outcomes and deliverables. To promote the use and recognition of the ELP, the elp-DESK project has developed a range of support products: 1) a dedicated web-site (www.elp-desk.eu) and promotional video; 2) two on-line applications for specific target groups (young students and adults) to facilitate the computer-based completion of the Passport; 3) a USB-stick based application which adds typical ‘portfolio’ characteristics to the basic Passport, so allowing users to prepare and save concrete evidence of their language performance (in text, audio, video form, etc.); 4) an Apple approved i-phone application with which users can complete and update a Europass Language Passport on the mobile device. It is hoped that the project might help to promote greater integration between formal and informal learning, as well as greater acceptance and trust in self-assessment systems and a ‘portfolio’ culture that offers convincing means to present linguistic expertise in an easy-to-understand manner. Greater recognition of the ELP can certainly encourage language learning, just as a European system to document experience and qualification can stimulate trans-national mobility to the advantage of the employment market. In future, the ELP could serve as an initial model for the proposed development of a European Skills Passport which would use a similar approach to record and present other ‘soft’ skills in addition to language competence.



Lingue UE

Bulgaro Irlandese Rumeno
Ceco Italiano Slovacco
Danese Lettone Sloveno
Estone Lituano Spagnolo
Finlandese Maltese Svedese
Francese Olandese Tedesco
Greco Polacco Ungherese
Inglese Portoghese    

Lingue non UE

Cinese Giapponese
Turco Russo
Altro      

Livelli di apprendimento

A1 (Contatto) ok
A2 (Sopravvivenza) ok
B1 (Soglia) ok
B2 (Progresso) ok
C1 (Efficacia) ok
C2 (Padronanza) ok

Osservazioni Si noti che il progetto non fa espresso riferimento ad una lingua specifica poiché è applicabile a tutte le lingue ufficiali dell'UE


COMPETENZE LINGUISTICHE E INTERCULTURALI:

Comprensione scritta ok
Espressione scritta ok
Comprensione orale ok
Espressione orale ok
Capacità relazionali
Capacità comunicative
Competenze interculturali
Comunicazione non verbale
Altro  

Osservazioni Apprendimento in contesti non formali e informali. Lo strumento è utile per tutte le competenze

CONTENUTO LINGUISTICO:

Lingua generale
Lingua specialistica professionalizzante/settoriale
Contenuti culturali
Altro  
Osservazioni Il progetto è finalizzato all'utilizzo del Passaporto Europeo delle Lingue (PEL)

METODOLOGIE DIDATTICHE:

CLIL
Formazione a distanza
Formazione a distanza assistita da tutor online
Formazione in aula
Formazione mista
Cooperative learning
Altro  

Osservazioni


Tipologia beneficiari

Studenti ok
Apprendisti/Tirocinanti
Occupati
Disoccupati
Inoccupati
Immigrati
Docenti/Formatori
Altro  

Osservazioni Tutti gli individui oltre i 16 anni possono utilizzare tale strumento

Settore professionale

Settore 1
Settore 2
Settore 3
Altro  

Osservazioni

Opportunità aggiuntive

Stage in azienda italiana
Stage in azienda estera 
Scambio formativo/educativo - Contesti italiani
Scambio formativo/educativo - Contesti stranieri
Altro  

Osservazioni


Finanziamenti europei e/o nazionali

Programma Leonardo da Vinci
Azione del Programma Leonardo da Vinci
Programma Socrates
Programma Erasmus
Programma Comenius
Programma Grundtvig
Programma Gioventù in Azione
Iniziativa Equal
Fondo Sociale Europeo
Iniziative Locali/Regionali
Finanziamenti privati
Autofinanziamento
Altro  

Osservazioni

ASPETTI INNOVATIVI DEL PROGETTO:

Progettazione
Contenuto ok
Tecnologie utilizzate
Metodologie didattiche ok
Lingua di apprendimento
Tipologia di utenti
Contesto di apprendimento
Competenze sviluppate
Altro  

Osservazioni

Certificazioni linguistiche

Attestato di partecipazione al corso
Passaporto linguistico Europass
Altro  

Osservazioni


Priorità Europee

Sviluppo di contesti favorevoli all’apprendimento delle lingue (2003)
Sviluppo della consapevolezza dell'importanza di conoscere e utilizzare le lingue straniere (2003)
Incoraggiare apprendimento linguistico degli adulti nell’ottica dell’apprendimento permanente (2004)
Apprendimento linguistico degli adulti e sensibilizzazione degli attori locali (2004)
Apprendimento integrato di contenuto e lingua (CLIL) (2005)
Formazione iniziale e continua dei formatori di lingua (2006-2007)
Diversificazione dell'offerta linguistica (2006-2007)
Dialogo interculturale (2008-2009)
Competenze Linguistiche e Impresa (2008-2009)
Apprendimento linguistico e integrazione socio-culturale e lavorativa (2010-2011)
Competenze linguistiche per il mercato del lavoro (2010-2011) ok

Osservazioni

Priorità Nazionali

Miglioramento metodologia e materiali didattici rivolti agli adulti (2008-2009)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per la competitività professionale (2008)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per l’inserimento, il mantenimento e la progressione nel mercato del lavoro  (2009)
Apprendimento linguistico per inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e per la mobilità transnazionale(2010-2011) ok
Apprendimento linguistico per mantenimento e progressione nel posto di lavoro di adulti ed occupati (2010-2011)
Lingue come competenza chiave per fronteggiare crisi economica e lavorativa  (2011)

Osservazioni


Caratteristiche dei prodotti/materiali didattici

Tipologia
Percorso didattico
Manuale per docenti/formatori
Manuale per discenti
Eserciziario
Glossario
Test di verifica
Materiale autentico
Pacchetto multimediale
Altro  
Specifica campo "altro"  
Osservazioni

Supporti
Cartaceo
CD-Rom
DVD/DIVX
Sito web/Portale ok
Audiovisivi
Altro  
Specifica campo altro  
Osservazioni