mail
home
 
Scheda Progetto
 
 

Anagrafica progetto

protocollo 7745/05
Anno 2005
Nome Organismo Comune di San Paolo Albanese

Titolo del progetto La lingua madre arbëreshe
acronimo

Tipologia organismo

Centro di formazione
Impresa
Scuola di lingua
Associazione sindacale
Associazione datoriale
Ente locale ok
Università
Istituto scolastico
Altro  


Indirizzo organismo

via Via A. Smilari, 19 città San Paolo Albanese (PZ) nord/centro/sud
cap 85030 regione Basilicata  

telefono 1 0973 94367 fax 1 0973 94368
telefono 2 fax 2
telefono 3 sito web
email 1 comunesanpaoloalb@tiscali.it email 2


sintesi italiano

Il progetto, realizzato con i benefici previsti dalla legge n. 482 del 15 dicembre 1999 sulla tutela delle minoranze linguistiche, ha permesso di realizzare un corso di alfabetizzazione, mediante una mirata azione socio-culturale e storico-antropologica di recupero e di conservazione della parlata di San Paolo Albanese (PZ). San Paolo Albanese è una piccolissima comunità di albanesi, provenienti dalla città di Corone, dopo la sua caduta nel 1534, e sfuggiti all’invasione turca dei Balcani. La minoranza sampaolese, vissuta, per oltre quattro secoli e mezzo, quasi in totale isolamento, ha mantenuto lingua, costumi e tradizioni. La cultura orale, la cultura materiale, la cultura religiosa greco-bizantina sono state depositarie e veicoli della parlata arbëreshe. L’idea progettuale è nata dal bisogno di leggere e scrivere la lingua madre. In tempi di scolarizzazione e di cultura dominante, oggi più influente che mai con i mass-media, l’impatto, anche psicologico, dell’esercizio linguistico “forzato” è stato per generazioni fortemente negativo e lesivo delle potenzialità di sviluppo delle capacità umane, della personalità. La conservazione della lingua madre viva, parlata, è una grandissima ricchezza culturale interiore che, se diventa scritta e letta, può essere strumento di valorizzazione non solo culturale, ma anche sociale ed economica. Gli obiettivi del progetto, nato su impulso dell’Amministrazione Comunale e sviluppatosi intorno a precedenti esperienze culturali di animazione e all’attività del Museo della Cultura Arbëreshe, sono: • la valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale minacciato di estinzione; • il mantenimento della lingua parlata arbëreshe, quale risorsa culturale anche per le generazioni future; • l’acquisizione, da parte della comunità, di abilità alla lettura e alla scrittura e la conseguente capacità di esprimere e di scrivere il proprio pensiero nella lingua madre arbëreshe; • la dotazione degli strumenti necessari alla comprensione della lingua ufficiale albanese; • la raccolta e la trascrizione di testimonianze inedite della cultura locale, che rischiano di andare perse, se tramandate solo oralmente; • la disponibilità di un altro, diverso e originale contributo culturale alla società europea multietnica; • la possibilità di favorire la integrazione dei numerosi albanesi di recente immigrazione in Italia. Nell’insegnamento e nell’apprendimento della lingua arbëreshe sono state tenute in considerazione le esigenze dell’uso della lingua tout-court, della lingua informale per la vita di relazione, della lingua per adempimenti amministrativi, della lingua parlata per la conservazione, tutela, valorizzazione, promozione, fruizione dei beni culturali ed etno-antropologici locali. La diversità e la peculiarità “dell’isola linguistica arbëreshe” e il suo rilevante valore storico, culturale e antropologico rappresentano una enorme risorsa per l’economia locale, in modo particolare nel settore del turismo culturale, e per il mercato del lavoro. Le competenze linguistiche e culturali maggiormente sviluppate dal progetto riguardano: • la comprensione e l’espressione, soprattutto scritta, per gli albanofoni, già in possesso di comprensione ed espressione orale e di capacità relazionale; • la comprensione e l’espressione scritta ed orale, per gli italofoni, per il loro inserimento e la loro integrazione nella comunità; • l’apprendimento dei primi elementi della lingua albanese ufficiale e la sua affinità/contrastività con l’idioma arbëresh di San Paolo Albanese; • il passaggio dalla semplice alfabetizzazione alla competenza linguistica vera e propria scritta e orale nel costante binomio di lingua shqipe e lingua arbëreshe; • l’approfondimento della civiltà e della storia della comunità nella ricerca e nella trascrizione di documentazioni scritte ed orali; • la stesura di un manuale morfosintattico dell’idioma studiato come futuro strumento di riferimento linguistico e di consultazione. L’esperienza fatta a San Paolo Albanese, opportunamente ampliata, semplificata, riadattata, può essere trasferita con successo verso altri contesti, settori, realtà geografiche, lingue o target, come le varie comunità arbëreshe in Italia e in Europa, le comunità arbëreshe emigrate e le associazioni culturali nel mondo nonché le altre comunità che parlano lingue o idiomi in via di scomparsa (isole linguistiche come il greco nel Salento e l’arabo in Sicilia, ecc.).


sintesi inglese

The project allowed to carry out a literacy course by means of a focused socio-cultural and historicalanthropological effort to recover and preserve the Arbëreshe language of San Paolo Albanese (PZ). The community from San Paolo, a linguistic minority, which lived for over four and a half centuries in almost total isolation, maintained its own language, customs and traditions. The preservation of the live, spoken mother tongue is a internal factor of great cultural wealth. If the language can successfully make the transition to become written and read, it can become an instrument of cultural, social and economical development, representing a huge resource for the local economy, especially in the cultural tourism industry and in the labour market.



Lingue UE

Bulgaro Irlandese Rumeno
Ceco Italiano Slovacco
Danese Lettone Sloveno
Estone Lituano Spagnolo
Finlandese Maltese Svedese
Francese Olandese Tedesco
Greco Polacco Ungherese
Inglese Portoghese    

Lingue non UE

Cinese Giapponese
Turco Russo
Altro      

Livelli di apprendimento

A1 (Contatto) ok
A2 (Sopravvivenza) ok
B1 (Soglia)
B2 (Progresso)
C1 (Efficacia)
C2 (Padronanza)

Osservazioni


COMPETENZE LINGUISTICHE E INTERCULTURALI:

Comprensione scritta ok
Espressione scritta ok
Comprensione orale ok
Espressione orale ok
Capacità relazionali ok
Capacità comunicative
Competenze interculturali
Comunicazione non verbale
Altro  

Osservazioni

CONTENUTO LINGUISTICO:

Lingua generale ok
Lingua specialistica professionalizzante/settoriale ok
Contenuti culturali
Altro  
Osservazioni

METODOLOGIE DIDATTICHE:

CLIL ok
Formazione a distanza
Formazione a distanza assistita da tutor online
Formazione in aula ok
Formazione mista
Cooperative learning ok
Altro  

Osservazioni


Tipologia beneficiari

Studenti ok
Apprendisti/Tirocinanti
Occupati ok
Disoccupati ok
Inoccupati
Immigrati
Docenti/Formatori
Altro  

Osservazioni

Settore professionale

Settore 1
Settore 2
Settore 3
Altro  

Osservazioni

Opportunità aggiuntive

Stage in azienda italiana
Stage in azienda estera 
Scambio formativo/educativo - Contesti italiani
Scambio formativo/educativo - Contesti stranieri
Altro  

Osservazioni


Finanziamenti europei e/o nazionali

Programma Leonardo da Vinci
Azione del Programma Leonardo da Vinci
Programma Socrates
Programma Erasmus
Programma Comenius
Programma Grundtvig
Programma Gioventù in Azione
Iniziativa Equal
Fondo Sociale Europeo
Iniziative Locali/Regionali
Finanziamenti privati
Autofinanziamento
Altro  

Osservazioni

ASPETTI INNOVATIVI DEL PROGETTO:

Progettazione
Contenuto
Tecnologie utilizzate ok
Metodologie didattiche ok
Lingua di apprendimento
Tipologia di utenti ok
Contesto di apprendimento
Competenze sviluppate
Altro  

Osservazioni

Certificazioni linguistiche

Attestato di partecipazione al corso ok
Passaporto linguistico Europass
Altro  

Osservazioni


Priorità Europee

Sviluppo di contesti favorevoli all’apprendimento delle lingue (2003)
Sviluppo della consapevolezza dell'importanza di conoscere e utilizzare le lingue straniere (2003) ok
Incoraggiare apprendimento linguistico degli adulti nell’ottica dell’apprendimento permanente (2004)
Apprendimento linguistico degli adulti e sensibilizzazione degli attori locali (2004) ok
Apprendimento integrato di contenuto e lingua (CLIL) (2005) ok
Formazione iniziale e continua dei formatori di lingua (2006-2007)
Diversificazione dell'offerta linguistica (2006-2007)
Dialogo interculturale (2008-2009)
Competenze Linguistiche e Impresa (2008-2009)
Apprendimento linguistico e integrazione socio-culturale e lavorativa (2010-2011)
Competenze linguistiche per il mercato del lavoro (2010-2011)

Osservazioni

Priorità Nazionali

Miglioramento metodologia e materiali didattici rivolti agli adulti (2008-2009)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per la competitività professionale (2008)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per l’inserimento, il mantenimento e la progressione nel mercato del lavoro  (2009)
Apprendimento linguistico per inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e per la mobilità transnazionale(2010-2011)
Apprendimento linguistico per mantenimento e progressione nel posto di lavoro di adulti ed occupati (2010-2011)
Lingue come competenza chiave per fronteggiare crisi economica e lavorativa  (2011)

Osservazioni


Caratteristiche dei prodotti/materiali didattici

Tipologia
Percorso didattico ok
Manuale per docenti/formatori
Manuale per discenti
Eserciziario
Glossario
Test di verifica ok
Materiale autentico ok
Pacchetto multimediale
Altro  
Specifica campo "altro"  
Osservazioni

Supporti
Cartaceo ok
CD-Rom ok
DVD/DIVX ok
Sito web/Portale
Audiovisivi
Altro  
Specifica campo altro  
Osservazioni