mail
home
 
Scheda Progetto
 
 

Anagrafica progetto

protocollo 21/10
Anno 2010
Nome Organismo Novacultur Srl

Titolo del progetto Il Glottodrama. Metodo teatrale per l'italiano LS
acronimo

Tipologia organismo

Centro di formazione
Impresa ok
Scuola di lingua
Associazione sindacale
Associazione datoriale
Ente locale
Università
Istituto scolastico
Altro  


Indirizzo organismo

via Via Bocca di Leone, 36 città Roma nord/centro/sud
cap 00187 regione Lazio  

telefono 1 06 99700347 fax 1 06 99701566
telefono 2 fax 2
telefono 3 sito web www.glottodrama.eu
email 1 info@glottodrama.eu email 2


sintesi italiano

Il Glottodrama è un progetto di ricerca multilaterale coordinato dal Laboratorio di Ricerca Linguistica delle Edizioni Novacultur di Roma e approvato nel 2007 nell’ambito del Lifelong Learning Programme della Commissione Europea (KA2 Languages, N. 135556-LLP-1-2007-1-IT-KA2-KA2MP). Il progetto ha avuto come obiettivo la formulazione scientifica e la sperimentazione di una metodologia innovativa per l’insegnamento delle lingue straniere mirata ad integrare nella glottodidattica le tecniche e le dinamiche del laboratorio teatrale. Il Glottodrama è scaturito dalla ricognizione di alcune esperienze nazionali ed internazionali di applicazione del teatro all’insegnamento linguistico. La prima lingua target è stata l’italiano per stranieri. La sperimentazione progettuale, condotta da 6 partner in 4 paesi europei (Italia, Francia, Grecia e Romania), è stata basata sull’applicazione del metodo in classi pilota e i risultati sono stati messi a confronto con altrettante classi di controllo dove la lingua è stata insegnata con diversi approcci metodologici. Il programma di ogni corso Glottodrama prevede, dopo una fase di laboratorio, la preparazione e la messa in scena finale di un copione o sceneggiatura adattati da opere esistenti (teatro, cinema, televisione) o auto-prodotti dagli studenti e dagli insegnanti. Il testo viene esplorato dagli studenti-attori in tutte le sue dimensioni (linguistica, culturale e drammaturgica) sotto la guida di 2 insegnanti (lingua e recitazione), con lo scopo della rappresentazione, cioè della performance attoriale quale meta finale di questa attività-obiettivo. Beneficiari primari del progetto sono stati i dirigenti scolastici, gli insegnanti di lingua e di recitazione che hanno seguito i seminari di formazione. Beneficiari secondari sono stati gli studenti che hanno preso parte alla sperimentazione didattica. I risultati finali della sperimentazione (esami, interviste e questionari) hanno suffragato le ipotesi pedagogiche del Glottodrama e confermato l’efficacia del metodo, sia dal punto di vista “quantitativo” che da quello “qualitativo”. Lo sviluppo Il progetto Glottodrama è scaturito dal confronto e dalla discussione di esperienze, comuni a tutti i partner, di teatro in lingua straniera. L’idea generale è stata quella di integrare nel percorso didattico uno specifico lavoro sugli aspetti recitativi (intonazione della voce, dizione, gestualità ecc.) che liberi la capacità di compiere atti linguistici adeguati a situazioni comunicative reali, compresi gli aspetti paralinguistici, con un più alto grado di padronanza dei mezzi espressivi ed una maggiore consapevolezza dei loro effetti pragmatici. L’esperienza della recitazione teatrale e dell’apprendimento linguistico, soprattutto negli stadi iniziali, hanno molti punti in comune. Infatti entrambe hanno come obiettivo la performance comunicativa, l’attore di fronte ad una platea di pubblico, lo studente di fronte ad una platea sociale. In questo senso possiamo affermare che, soprattutto all’inizio di questo percorso, quando lo studente si esprime in lingua straniera, recita. Il Glottodrama ha cercato di trasformare questa esperienza psicologica in una risorsa al servizio dell’apprendimento. Il Metodo Glottodrama ha enfatizzato il primato dell’oralità sulla scrittura nel processo di apprendimento linguistico. Pertanto le abilità orali sono state al centro dell’attività didattica. Le abilità scritte sono state sviluppate in funzione strumentale rispetto alle prime. Il metodo prevede uno sviluppo graduato e integrato di abilità linguistiche e recitative. A questo fine utilizza una sequenza di attività fondamentali che impegnano gradi crescenti di autonomia comunicativa: drammatizzazione, role-taking, role-play, story-telling e monologhi, improvvisazione. Durante tutte le lezioni dei corsi Glottodrama viene utilizzata da studenti ed insegnanti una videocamera per registrare le prestazioni recitative. I video prodotti durante le lezioni sono disponibili per tutti sul sito del progetto (www.glottodrama.eu). Anche il sito ha avuto molteplici funzioni ed è stato un altro importante strumento tecnologico che ha accompagnato tutte le fasi del progetto. La ricaduta Dal punto di vista didattico il progetto Glottodrama ha ottenuto dei risultati sorprendenti. Gli oltre 100 studenti di 4 nazioni che hanno frequentato i corsi Glottodrama hanno sostenuto un test linguistico per verificare i progressi della competenza linguistico-comunicativa secondo i parametri del QCER. I risultati sono stati poi messi a confronto con quelli degli studenti di altrettante classi di controllo dove la lingua è stata insegnata con metodologie tradizionali. I risultati delle prove orali sono stati notevoli, gli studenti Glottodrama hanno conseguito una media di 88,52/100 contro una media delle classi di controllo pari a 75,77/100; le prove scritte hanno confermato una sostanziale omogeneità di risultati tra le due tipologie di studenti. Anche su una scala globale, l’applicazione del metodo Glottodrama, conferma migliori risultati di apprendimento. Pertanto le attese progettuali sono state pienamente confermate dai risultati. L’azione di disseminazione e trasferimento dei risultati progettuali prosegue tuttora attraverso un piano di sviluppo portato avanti dall’istituto coordinatore e dai partner. A breve termine, nell'ambito del progetto di Disseminazione “GLODISS” attualmente in corso ed anch’esso finanziato dal LLP, è prevista la sperimentazione del metodo in 4 nuovi paesi (Turchia, Bulgaria, Spagna e Portogallo), la traduzione dei materiali in 8 lingue in vista della futura applicazione ad altre lingue target, la creazione di un web-forum internazionale in lingua inglese sul tema “Drama&Theatre in foreign language teaching” e l’organizzazione di nuove conferenze e workshop di formazione per insegnanti in 8 paesi. Inoltre, sono stati attivati dei corsi di formazione per insegnanti stranieri nell’ambito dei programmi Comenius/Grundtvig ed altri corsi per docenti italiani, riconosciuti dal MIUR, sono in corso di organizzazione. Nel biennio 2011/2012 è prevista un’ulteriore diffusione del Glottodrama attraverso il progetto LLP “Glonet”, in attesa di approvazione, che prevede l’applicazione del metodo a nuove lingue e la costituzione della prima associazione europea in questo settore specifico: EATALL (European Association for Drama&Theatre Applied to Language Learning).


sintesi inglese

The Glottodrama is a 2-year multilateral project approved in 2007 by the Lifelong Learning Programme (KA2 Languages) and coordinated by the Language Research Laboratory of Novacultur Publishing House (Italy). The project has been aimed at creating an innovative methodology to teach Italian as a foreign language through Drama&Theatre. The Glottodrama project comes from the acknowledgement of the pedagogical value of drama in language teaching. The general idea was to bring into the teaching method specific work on the acting aspects (intonation, voice pitching, diction, gestures…) that stimulates the ability to perform linguistic acts appropriate to real communicative situations, including paralinguistic and no-verbal elements. The final scope of this project was to demonstrate on scientific and experimental basis that Glottodrama methodology is a complete approach to language teaching. The experimentation of the method, performed by 6 partners in 4 countries (Italy, France, Greece and Romania) has been based on pilot classes and the results have been compared with control classes where other teaching methods were in use. The programme of a Glottodrama course is divided in two steps: after a phase of actors’ training, the course focuses on preparing a complete play to be performed by the class. The text is explored by the student-actors in all its dimensions (linguistic, cultural and dramaturgic) under the guide of 2 teachers (1 language teacher and 1 drama teacher) and the final performance is the objective of this project-work. The main beneficiaries of the project were the school/university managers, language and drama teachers involved directly in the training seminars. The indirect beneficiaries were the students involved in the pilot classes. The final results of teaching experiments (language testing, interviews and questionnaires) have shown to be consistent with the Glottodrama hypotheses and predictions, both for the quantitative evaluation and for the qualitative one. The Glottodrama concept comes from the confrontation and discussion of some common experiences of Theatre& Drama applied to language teaching shared by all the partnership. The general idea was to encompass in a pedagogical frame a specific work on “acting” aspects of communication (intonation, diction, gestures) aimed at freeing the capacity to perform appropriate speech acts in real situations, including paralinguistic and no-verbal elements, with a better command of communication tools and a greater awareness of their pragmatic effects. The experiences of “acting” and “language learning” have much in common, especially in the early stages. In fact both are aimed at achieving a communicative performance, the actor on stage before a paying audience, students before a social audience. In this sense we can say that, especially at the beginning of this path, when the student expresses himself in a foreign language, he tents to “act”. Glottodrama tried to turn this psychological critical experience into a pedagogical resource. The Glottodrama method emphasizes the priority of acquiring oral skills rather than written skills in the learning process. Therefore, the teaching activity has been focused on oral skills. The written skills have been developed as necessary complement of the former. The method envisages a progressive and integrated development of language and acting skills. That is why it is based on a sequence of key activities that require an increasing degree of communicative autonomy: dramatization, role-taking, role-play, story-telling and monologues, improvisation. A video-camera is used by students and teachers during Glottodrama activities in order to record the acting performances. The videos produced during the lessons are available for public consultation on the project website: www.glottodrama.eu. The website has had many functions and it has been another important technological tool to support the development of the project during its life cycle. From the pedagogical point of view the Glottodrama project scored remarkable results. Over 100 students from 4 countries who attended the Glottodrama courses have passed a final language test to check the progress of their language and communicative competence according to the criteria of the CEFR. Then the results have been compared with those achieved by students of the control classes where other methods were in use. The excellent results of the oral examinations show that Glottodrama students have scored an average of 88.52 / 100 against an average of 75.77 / 100 of the control classes’ students; the written tests have confirmed a substantial equivalence of results between the two types of students. Even on a global scale, the Glottodrama method shows better learning results. Therefore, the project’s expectations have been fully confirmed by the final results. The actions of dissemination and transfer of the project’s results are going on through a plan being developed by the coordinating institute and all the partners. In the short term, as a part of the dissemination project GLODISS currently underway and also funded by the LLP, there are several scheduled activities such as: the testing of the method in four new countries (Turkey, Bulgaria, Spain and Portugal), the translation of the available teaching materials in 8 languages in view of a future application of the method to other target languages, the creation of an international web-forum on "Theatre & Drama in foreign language teaching", and the organization of new conferences and training workshops for teachers in 8 countries. Moreover, training courses for foreign teachers have already been organized in the framework of the Comenius and Grundtvig actions, and other training courses for Italian teachers, recognized by the Ministry of Education, are going to be offered. In the period 2011/2012, a further dissemination of Glottodrama outcomes is expected through the LLP network project Glo-net, pending its approval, that is aimed at applying the method to 8 new languages and at setting up the first European association in this field: EATALL (European Association for Drama & Theatre Applied to Language Learning).



Lingue UE

Bulgaro Irlandese Rumeno
Ceco Italiano ok Slovacco
Danese Lettone Sloveno
Estone Lituano Spagnolo
Finlandese Maltese Svedese
Francese Olandese Tedesco
Greco Polacco Ungherese
Inglese Portoghese    

Lingue non UE

Cinese Giapponese
Turco Russo
Altro      

Livelli di apprendimento

A1 (Contatto)
A2 (Sopravvivenza) ok
B1 (Soglia) ok
B2 (Progresso) ok
C1 (Efficacia) ok
C2 (Padronanza)

Osservazioni


COMPETENZE LINGUISTICHE E INTERCULTURALI:

Comprensione scritta
Espressione scritta
Comprensione orale ok
Espressione orale ok
Capacità relazionali
Capacità comunicative ok
Competenze interculturali
Comunicazione non verbale
Altro  

Osservazioni

CONTENUTO LINGUISTICO:

Lingua generale ok
Lingua specialistica professionalizzante/settoriale
Contenuti culturali
Altro  
Osservazioni

METODOLOGIE DIDATTICHE:

CLIL
Formazione a distanza
Formazione a distanza assistita da tutor online
Formazione in aula
Formazione mista
Cooperative learning
Altro  

Osservazioni Metodologia innovativa che integra le tecniche della glottodidattica e le dinamiche del laboratorio teatrale


Tipologia beneficiari

Studenti ok
Apprendisti/Tirocinanti
Occupati
Disoccupati
Inoccupati
Immigrati
Docenti/Formatori ok
Altro  

Osservazioni

Settore professionale

Settore 1
Settore 2
Settore 3
Altro  

Osservazioni

Opportunità aggiuntive

Stage in azienda italiana
Stage in azienda estera 
Scambio formativo/educativo - Contesti italiani
Scambio formativo/educativo - Contesti stranieri
Altro  

Osservazioni


Finanziamenti europei e/o nazionali

Programma Leonardo da Vinci
Azione del Programma Leonardo da Vinci
Programma Socrates
Programma Erasmus
Programma Comenius
Programma Grundtvig
Programma Gioventù in Azione
Iniziativa Equal
Fondo Sociale Europeo
Iniziative Locali/Regionali
Finanziamenti privati
Autofinanziamento
Altro  

Osservazioni

ASPETTI INNOVATIVI DEL PROGETTO:

Progettazione
Contenuto
Tecnologie utilizzate
Metodologie didattiche ok
Lingua di apprendimento
Tipologia di utenti ok
Contesto di apprendimento
Competenze sviluppate
Altro  

Osservazioni

Certificazioni linguistiche

Attestato di partecipazione al corso ok
Passaporto linguistico Europass
Altro  

Osservazioni


Priorità Europee

Sviluppo di contesti favorevoli all’apprendimento delle lingue (2003)
Sviluppo della consapevolezza dell'importanza di conoscere e utilizzare le lingue straniere (2003)
Incoraggiare apprendimento linguistico degli adulti nell’ottica dell’apprendimento permanente (2004)
Apprendimento linguistico degli adulti e sensibilizzazione degli attori locali (2004)
Apprendimento integrato di contenuto e lingua (CLIL) (2005)
Formazione iniziale e continua dei formatori di lingua (2006-2007)
Diversificazione dell'offerta linguistica (2006-2007)
Dialogo interculturale (2008-2009)
Competenze Linguistiche e Impresa (2008-2009)
Apprendimento linguistico e integrazione socio-culturale e lavorativa (2010-2011) ok
Competenze linguistiche per il mercato del lavoro (2010-2011)

Osservazioni

Priorità Nazionali

Miglioramento metodologia e materiali didattici rivolti agli adulti (2008-2009)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per la competitività professionale (2008)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per l’inserimento, il mantenimento e la progressione nel mercato del lavoro  (2009)
Apprendimento linguistico per inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e per la mobilità transnazionale(2010-2011) ok
Apprendimento linguistico per mantenimento e progressione nel posto di lavoro di adulti ed occupati (2010-2011) ok
Lingue come competenza chiave per fronteggiare crisi economica e lavorativa  (2011)

Osservazioni


Caratteristiche dei prodotti/materiali didattici

Tipologia
Percorso didattico
Manuale per docenti/formatori
Manuale per discenti
Eserciziario
Glossario
Test di verifica
Materiale autentico
Pacchetto multimediale
Altro  
Specifica campo "altro"  
Osservazioni

Supporti
Cartaceo ok
CD-Rom
DVD/DIVX
Sito web/Portale ok
Audiovisivi
Altro  
Specifica campo altro  
Osservazioni