mail
home
 
Scheda Progetto
 
 

Anagrafica progetto

protocollo 04/10
Anno 2010
Nome Organismo Provincia Autonoma di Bolzano - Ripartizione 21 Formazione - Professionale in lingua italiana

Titolo del progetto Eine Chance mehr/Una marcia in più - Betriebspraktika im deutschsprachigen Ausland/Stages lavorativi in paesi di lingua tedesca 2009-2010
acronimo “Eine Chance mehr”/ “Una marcia in più”

Tipologia organismo

Centro di formazione
Impresa
Scuola di lingua
Associazione sindacale
Associazione datoriale
Ente locale ok
Università
Istituto scolastico
Altro  


Indirizzo organismo

via S. Geltrude, 3 città Bolzano nord/centro/sud
cap 39100 regione Trentino Alto Adige  

telefono 1 0471 414402 fax 1 0471 414499
telefono 2 0471 414413 fax 2
telefono 3 sito web Karin.Vieider@provincia.bz.it
email 1 Karin.Vieider@provincia.bz.it email 2


sintesi italiano

Il progetto “Eine Chance mehr/Una marcia in più” - conclusosi in giugno 2010 – ha previsto la realizzazione di esperienze di mobilità in Germania e Austria a favore di 124 allievi/allieve della Formazione professionale in lingua italiana della Provincia autonoma di Bolzano dei settori commercio, turismo, industria, artigianato ed agrario con l’obiettivo di far scoprire e vivere una realtà socio-culturale e professionale nuova e stimolante. E’ espressione dello sforzo compiuto dalla Formazione professionale in lingua italiana di creare - per la propria utenza - opportunità d’incontro per immergersi nella lingua tedesca L2. Il modulo formativo “stage all’estero” viene organizzato da circa 20 anni e per diversi anni è stato cofinanziato dal FSE. Dall’anno formativo 2009-2010 è subentrato il finanziamento da parte della Ripartizione alla formazione professionale italiana della Provincia autonoma di Bolzano in quanto si ritiene che lo stage all’estero - costituendo un elemento centrale e uno strumento strategico che facilita l’incontro proficuo degli allievi con la realtà locale bilingue - debba far parte dell’offerta istituzionale e curriculare. Il contributo pubblico comunque copre il 100% del costo totale, il soggiorno quindi è completamente gratuito per i partecipanti e le loro famiglie. Il progetto intende far maturare negli allievi/nelle allieve la convinzione che le conoscenze linguistiche sono parte integrante delle competenze fondamentali che ogni cittadino europeo deve avere ai fini della formazione, degli scambi culturali, della realizzazione personale e soprattutto ai fini dell’occupazione. In genere l’esperienza viene proposta durante l’ultimo anno di formazione. Il livello di competenza linguistica A1 costituisce insieme ad un adeguato comportamento in aula ed una giusta motivazione il prerequisito d’accesso allo stage all’estero. Lo sviluppo Il programma prevede, in base al fabbisogno formativo del singolo allievo/della singola allieva: 1. la frequenza di un modulo introduttivo di accoglienza culturale e linguistica e di preparazione specifica allo stage in azienda e/o 2. un’esperienza lavorativa in un’azienda che svolge attività attinenti al profilo professionale scelto dall’allievo/a (7-8 ore al giorno/ con di norma 2 incontri settimanali di feedback per discutere l’andamento dell’esperienza). In considerazione della grande eterogeneità dei gruppi classe e delle differenti competenze linguistiche di partenza degli allievi la durata delle due fasi è flessibile permettendo in tal modo una maggiore personalizzazione del percorso. L’esperienza in ogni caso ha una durata totale di 3-4 settimane. La “full immersion” in un contesto culturale nuovo viene garantita - oltre che dall’inserimento lavorativo in azienda - dall’inserimento presso famiglie ospitanti. I servizi aggiuntivi previsti sono vitto e alloggio, trasporto con i mezzi pubblici nel luogo di permanenza, copertura assicurativa durante lo stage in azienda ed alcune attività culturali e ricreative organizzate in base agli interessi degli allievi/delle allieve. La fase di preparazione all’esperienza viene avviata circa 3-4 mesi prima della partenza. Oltre alla preparazione linguistica e interdisciplinare realizzata in aula sono previsti incontri con partecipanti ad edizioni/esperienze precedenti, la stesura individuale del Curriculum Europass, la stesura di una lettera di presentazione alla “Gastfamilie” e un’attività di orientamento a Innsbruck (Austria). Un elemento particolarmente qualificante è costituito dal colloquio individuale di “start up” gestito dalla coordinatrice degli stages. Ha il duplice obiettivo sia di individuare il fabbisogno formativo specifico di ogni allievo/a sia di attenuare le paure del singolo. A fine colloquio la coordinatrice stila un “profilo” per candidato/candidata. Il progetto viene realizzato in collaborazione con organizzazioni germaniche ed austriache che forniscono l’assistenza tecnico-organizzativa in merito all’individuazione delle famiglie e delle aziende ospitanti, alla gestione del modulo di accoglienza e agli aspetti logistici. Le sedi (Monaco, Norimberga, Lindau e Graz) sono scelte in funzione del settore professionale di riferimento. Il monitoraggio in itinere viene garantito dagli insegnanti accompagnatori (1-2 tutors per gruppo) con l’obiettivo di “mettere costantemente a punto” in fase di attuazione sia lo stato d’animo che il processo di apprendimento di ogni singolo/a allievo/a. La ricaduta La caratteristica che distingue il progetto è quella di offrire alla quasi totalità dei destinatari delle scuole professionali in lingua italiana della Provincia autonoma di Bolzano la possibilità di vivere un’esperienza di mobilità transfrontaliera. Contribuisce perciò al raggiungimento degli obiettivi intermedi posti dal gruppo di esperti europei di alto livello sulla mobilità nella relazione “Making Learning Mobility an Opportunity for All” (2008). Adottando come metodologia la modalità dell‘alternanza, il progetto consiste in un’immersione diretta nella realtà e nei climi di lavoro per acquisire elementi di base della “cultura di lavoro” di un paese di lingua tedesca. Il modello organizzativo prevede strumenti elaborati ad hoc per il coordinamento delle singole esperienze classe e per il monitoraggio e la valutazione del progetto che garantiscono la trasferibilità del modello a settori e paesi diversi. Con l’anno formativo 2010-2011 si prevede di implementare il modulo “stage all’estero” anche al settore alberghiero della formazione professionale in lingua italiana. Il percorso di formazione viene documentato attraverso l’Europass Mobilità. I dati del feedback allievi raccolti all’interno dell’ultimo ciclo annuale di esperienze all’estero concluso “Kulturen begegnen sich/Culture si incontrano” (2008-2009) confermano che l’esperienza è risultata oltremodo gradita nel suo complesso. Il 95% dei/delle partecipanti ne hanno dato un giudizio più che positivo. Per quanto riguarda i dati sul versante linguistico, il 34% degli allievi/e definiscono i loro progressi linguistici compiuti durante il soggiorno come “notevoli”, il 44% come “medi” ed un entusiastico 2% addirittura come incredibili. Il vivere in famiglia emerge come contesto fondamentale per lo sviluppo delle competenze linguistiche (51% dei/delle partecipanti dichiara di aver parlato di più il tedesco in famiglia che in tutti gli altri ambiti). Il 92% degli allievi/delle allieve ha giudicato positivi i rapporti con la loro famiglia ospitante, un’alta percentuale (58%) con il giudizio “ottimo”. Questo dato acquista ulteriore importanza se si considera che i timori più consistenti dei giovani/delle giovani prima della partenza riguardano gli aspetti della convivenza con persone sconosciute e dell’impatto con altri usi e costumi. Riguardo allo stage lavorativo emerge che l’82 % degli allievi si ritengono soddisfatti dei rapporti all’interno delle aziende. Gli allievi/le allieve dichiarano di aver avuto l’opportunità di confrontarsi con nuove mansioni e di aver acquisito nuove competenze (72 %).


sintesi inglese

The project “Eine Chance mehr/Una marcia in più” consists in the organisation and realisation of stays abroad (specifically in German speaking countries as Germany and Austria) for 124 students of the professional schools in Italian language of the “Provincia autonoma di Bolzano”. The programme offers the young participants the opportunity to descover and live a new and stimulating social, cultural and professional experience. It is the expression of the great effort made by the “Formazione professionale italiana” to create - for its students - situations of real contact with the German language - representing the second language for the beneficiaries of the project. The sectors involved are: the tertiary sector with the commercial and touristic area, the industrial and the agrarian sector. It is about 20 years now that the experience/module normally takes place in the course of the last year of vocational training. For many years the experience was co-financed by the European Social Fund. Since the year 2009/2010 - making part of the curriculum of vocational training and representing a strategic instrument for “opening doors” to the bilingual local context - it is financed by the Provincia autonoma di Bolzano. The main objective is personal and professional development of the young in vocational education and training in order “to strengthen their future employability” (Green Paper – Promoting the learning mobility of young people, Brussels 2009). The programme is subdivided in 2 moments, the duration of which depends on the specific needs of education and training of the individual student and is flexible. This flexibility assures a maximum of personalisation of the learning pathways fitting with the linguistic and professional skills, the cultural and social background and the motivation of the individual. The 2 moments are: 1) a unit of “introduction and welcoming” during which students have the opportunity to improve their language skills, to learn more about the local culture, to get general information about the host country as well as specific information about their work experience; 2) a work experience in a field related to the profession chosen by the student (7-8 hours per day) with 2 feedback-meetings in order to discuss how the experience is going on for the single student. In any case the programme generally lasts totally for 3-4 weeks. The “full immersion” is guaranteed also as students live in host families. Services provided are overnight stay in host families (alone and not in a couple of two) with breakfast and dinner, a financial assistance for lunch or lunch-package), public transport, insurance cover during the work experience and free-time activities (organisation depending on the interests of the students). In the 3-4 months before departure participants receive an individual pre-departure assessment of language skills that includes the possibility of attending supplementary courses for German as second language in order to achieve the requested level of access A1, specific preparation about linguistic and cultural aspects of the host country during the lessons in their class-rooms, during meetings with students that have made part of the programme the year before, during study visits and other activities, have a specific EUROPASS-training and participants/their families are informed about the details of the programme. The project is organized with German and Austrian institutions which provide host families, internships and give the organisational support. The destinations (Munich, Nürnberg, Lindau, Graz) are chosen in relation to the professional sector to which the class group is belonging. During the stay abroad mentoring is provided in collaboration by the teachers of the Formazione Professionale who stay abroad with the groups and by the hosting organisations. The students are adviced and helped in every moment and in any situation in order to ensure that they have a positive experience. After the return home the systematic and coordinated evaluation of every individual experience and of the class experiences makes it possible to assess whether the aims have been achieved. The innovative and outstanding aspect of the project consists in the fact that it enables most of the students of the professional schools in Italian language of the Provincia autonoma di Bolzano to spend a period of training abroad contributing in this way to achieve the objectives published in the strategic paper “Making Learning Mobility an Opportunity for all (2008). Thanks to the developed instruments for the coordination and evaluation of the project the model is transferable. It can easily be adapted to any other professional sector, language or culture. The mobility experience is recorded by the Europass Mobility.



Lingue UE

Bulgaro Irlandese Rumeno
Ceco Italiano Slovacco
Danese Lettone Sloveno
Estone Lituano Spagnolo
Finlandese Maltese Svedese
Francese Olandese Tedesco ok
Greco Polacco Ungherese
Inglese Portoghese    

Lingue non UE

Cinese Giapponese
Turco Russo
Altro      

Livelli di apprendimento

A1 (Contatto) ok
A2 (Sopravvivenza) ok
B1 (Soglia) ok
B2 (Progresso)
C1 (Efficacia)
C2 (Padronanza)

Osservazioni


COMPETENZE LINGUISTICHE E INTERCULTURALI:

Comprensione scritta ok
Espressione scritta ok
Comprensione orale ok
Espressione orale ok
Capacità relazionali
Capacità comunicative
Competenze interculturali
Comunicazione non verbale
Altro  

Osservazioni

CONTENUTO LINGUISTICO:

Lingua generale
Lingua specialistica professionalizzante/settoriale ok
Contenuti culturali
Altro  
Osservazioni

METODOLOGIE DIDATTICHE:

CLIL
Formazione a distanza
Formazione a distanza assistita da tutor online
Formazione in aula ok
Formazione mista
Cooperative learning
Altro  

Osservazioni


Tipologia beneficiari

Studenti ok
Apprendisti/Tirocinanti
Occupati
Disoccupati
Inoccupati
Immigrati
Docenti/Formatori
Altro  

Osservazioni

Settore professionale

Settore 1
Settore 2
Settore 3
Altro  

Osservazioni

Opportunità aggiuntive

Stage in azienda italiana
Stage in azienda estera  ok
Scambio formativo/educativo - Contesti italiani
Scambio formativo/educativo - Contesti stranieri
Altro  

Osservazioni


Finanziamenti europei e/o nazionali

Programma Leonardo da Vinci
Azione del Programma Leonardo da Vinci
Programma Socrates
Programma Erasmus
Programma Comenius
Programma Grundtvig
Programma Gioventù in Azione
Iniziativa Equal
Fondo Sociale Europeo ok
Iniziative Locali/Regionali
Finanziamenti privati
Autofinanziamento
Altro  

Osservazioni

ASPETTI INNOVATIVI DEL PROGETTO:

Progettazione
Contenuto
Tecnologie utilizzate
Metodologie didattiche
Lingua di apprendimento
Tipologia di utenti
Contesto di apprendimento ok
Competenze sviluppate
Altro  

Osservazioni

Certificazioni linguistiche

Attestato di partecipazione al corso
Passaporto linguistico Europass
Altro  

Osservazioni


Priorità Europee

Sviluppo di contesti favorevoli all’apprendimento delle lingue (2003)
Sviluppo della consapevolezza dell'importanza di conoscere e utilizzare le lingue straniere (2003)
Incoraggiare apprendimento linguistico degli adulti nell’ottica dell’apprendimento permanente (2004)
Apprendimento linguistico degli adulti e sensibilizzazione degli attori locali (2004)
Apprendimento integrato di contenuto e lingua (CLIL) (2005)
Formazione iniziale e continua dei formatori di lingua (2006-2007)
Diversificazione dell'offerta linguistica (2006-2007)
Dialogo interculturale (2008-2009)
Competenze Linguistiche e Impresa (2008-2009)
Apprendimento linguistico e integrazione socio-culturale e lavorativa (2010-2011) ok
Competenze linguistiche per il mercato del lavoro (2010-2011) ok

Osservazioni

Priorità Nazionali

Miglioramento metodologia e materiali didattici rivolti agli adulti (2008-2009)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per la competitività professionale (2008)
Attenzione alla popolazione adulta e agli occupati per l’inserimento, il mantenimento e la progressione nel mercato del lavoro  (2009)
Apprendimento linguistico per inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e per la mobilità transnazionale(2010-2011) ok
Apprendimento linguistico per mantenimento e progressione nel posto di lavoro di adulti ed occupati (2010-2011)
Lingue come competenza chiave per fronteggiare crisi economica e lavorativa  (2011)

Osservazioni


Caratteristiche dei prodotti/materiali didattici

Tipologia
Percorso didattico ok
Manuale per docenti/formatori
Manuale per discenti
Eserciziario
Glossario
Test di verifica
Materiale autentico
Pacchetto multimediale
Altro  
Specifica campo "altro"  
Osservazioni Moduli formativi per lo stage

Supporti
Cartaceo ok
CD-Rom
DVD/DIVX
Sito web/Portale
Audiovisivi
Altro  
Specifica campo altro  
Osservazioni