mail
home
 
Project Form
 
 

Anagrafica progetto

Project number 7745/05
Year 2005
Organisation Comune di San Paolo Albanese

Title La lingua madre arbëreshe
Acronym

TYPE OF ORGANISATION:

Training centre
Company
Language school
Trade union
Employers association
Local body
ok
University
School
Other  


ADDRESS ORGANISATION:


Street Via A. Smilari, 19 City San Paolo Albanese (PZ) Noth/Centre/South
Postal Code 85030 Region Basilicata  

Telephone 1 0973 94367 fax 1 0973 94368
Telephone 2 fax 2
Telephone 3 Website
email 1 comunesanpaoloalb@tiscali.it email 2


sintesi italiano

Il progetto, realizzato con i benefici previsti dalla legge n. 482 del 15 dicembre 1999 sulla tutela delle minoranze linguistiche, ha permesso di realizzare un corso di alfabetizzazione, mediante una mirata azione socio-culturale e storico-antropologica di recupero e di conservazione della parlata di San Paolo Albanese (PZ). San Paolo Albanese è una piccolissima comunità di albanesi, provenienti dalla città di Corone, dopo la sua caduta nel 1534, e sfuggiti all’invasione turca dei Balcani. La minoranza sampaolese, vissuta, per oltre quattro secoli e mezzo, quasi in totale isolamento, ha mantenuto lingua, costumi e tradizioni. La cultura orale, la cultura materiale, la cultura religiosa greco-bizantina sono state depositarie e veicoli della parlata arbëreshe. L’idea progettuale è nata dal bisogno di leggere e scrivere la lingua madre. In tempi di scolarizzazione e di cultura dominante, oggi più influente che mai con i mass-media, l’impatto, anche psicologico, dell’esercizio linguistico “forzato” è stato per generazioni fortemente negativo e lesivo delle potenzialità di sviluppo delle capacità umane, della personalità. La conservazione della lingua madre viva, parlata, è una grandissima ricchezza culturale interiore che, se diventa scritta e letta, può essere strumento di valorizzazione non solo culturale, ma anche sociale ed economica. Gli obiettivi del progetto, nato su impulso dell’Amministrazione Comunale e sviluppatosi intorno a precedenti esperienze culturali di animazione e all’attività del Museo della Cultura Arbëreshe, sono: • la valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale minacciato di estinzione; • il mantenimento della lingua parlata arbëreshe, quale risorsa culturale anche per le generazioni future; • l’acquisizione, da parte della comunità, di abilità alla lettura e alla scrittura e la conseguente capacità di esprimere e di scrivere il proprio pensiero nella lingua madre arbëreshe; • la dotazione degli strumenti necessari alla comprensione della lingua ufficiale albanese; • la raccolta e la trascrizione di testimonianze inedite della cultura locale, che rischiano di andare perse, se tramandate solo oralmente; • la disponibilità di un altro, diverso e originale contributo culturale alla società europea multietnica; • la possibilità di favorire la integrazione dei numerosi albanesi di recente immigrazione in Italia. Nell’insegnamento e nell’apprendimento della lingua arbëreshe sono state tenute in considerazione le esigenze dell’uso della lingua tout-court, della lingua informale per la vita di relazione, della lingua per adempimenti amministrativi, della lingua parlata per la conservazione, tutela, valorizzazione, promozione, fruizione dei beni culturali ed etno-antropologici locali. La diversità e la peculiarità “dell’isola linguistica arbëreshe” e il suo rilevante valore storico, culturale e antropologico rappresentano una enorme risorsa per l’economia locale, in modo particolare nel settore del turismo culturale, e per il mercato del lavoro. Le competenze linguistiche e culturali maggiormente sviluppate dal progetto riguardano: • la comprensione e l’espressione, soprattutto scritta, per gli albanofoni, già in possesso di comprensione ed espressione orale e di capacità relazionale; • la comprensione e l’espressione scritta ed orale, per gli italofoni, per il loro inserimento e la loro integrazione nella comunità; • l’apprendimento dei primi elementi della lingua albanese ufficiale e la sua affinità/contrastività con l’idioma arbëresh di San Paolo Albanese; • il passaggio dalla semplice alfabetizzazione alla competenza linguistica vera e propria scritta e orale nel costante binomio di lingua shqipe e lingua arbëreshe; • l’approfondimento della civiltà e della storia della comunità nella ricerca e nella trascrizione di documentazioni scritte ed orali; • la stesura di un manuale morfosintattico dell’idioma studiato come futuro strumento di riferimento linguistico e di consultazione. L’esperienza fatta a San Paolo Albanese, opportunamente ampliata, semplificata, riadattata, può essere trasferita con successo verso altri contesti, settori, realtà geografiche, lingue o target, come le varie comunità arbëreshe in Italia e in Europa, le comunità arbëreshe emigrate e le associazioni culturali nel mondo nonché le altre comunità che parlano lingue o idiomi in via di scomparsa (isole linguistiche come il greco nel Salento e l’arabo in Sicilia, ecc.).


sintesi inglese

The project allowed to carry out a literacy course by means of a focused socio-cultural and historicalanthropological effort to recover and preserve the Arbëreshe language of San Paolo Albanese (PZ). The community from San Paolo, a linguistic minority, which lived for over four and a half centuries in almost total isolation, maintained its own language, customs and traditions. The preservation of the live, spoken mother tongue is a internal factor of great cultural wealth. If the language can successfully make the transition to become written and read, it can become an instrument of cultural, social and economical development, representing a huge resource for the local economy, especially in the cultural tourism industry and in the labour market.



EUROPEAN LANGUAGES:

Bulgarian Irish Romanian
Czech Italian Slovak
Danish Latvian Slovene
Estonian Lithuanian Spanish
Finnish Maltese Swedish
French Dutch German
Greek Polish Hungarian
English Portuguese    

NON-EUROPEAN LANGUAGES:

Chinese Japanese
Turkish Russian
Other      

LEVELS OF LANGUAGE SKILL (CEFR):

A1 (Breakthrough) ok
A2 (Waystage) ok
B1 (Threshold)
B2 (Vantage)
C1 (Efficiency)
C2 (Mastery)

Remarks


LANGUAGE AND INTERCULTURAL SKILLS:

Reading ok
Writing ok
Listening ok
Speaking ok
Interpersonal relationship skills ok
Communication skills
Inter-cultural skills
Nonverbal communication skills
Other  

Remarks

LANGUAGE CONTENT:

General language ok
Sectoral/vocationally oriented language ok
Cultural contents
Other  
Remarks

TEACHING METHODS:

CLIL ok
Distance learning
Distance learning supported by online tutor
Classroom training ok
Blended learning
Cooperative learning ok
Other  

Remarks


USERS:

Students ok
Apprentices/trainees
Employed ok
Unemployed ok
Person seeking first job
Immigrants
Teachers/trainers
Other  

Remarks

PROFESSIONAL SECTOR:

Sector 1
Sector 2
Sector 3
Other  

Remarks

ADDITIONAL OPPORTUNITIES:

Apprenticeship in Italian company
Apprenticeship in foreign company
Training/educational exchange - Italian environment
Training/educational exchange - foreign environment
Other  

Remarks


EUROPEAN AND/OR NATIONAL FUNDING:

Leonardo da Vinci Programme
Action of Leonardo da Vinci Programme
Socrates Programme
Erasmus Programme
Comenius Programme
Grundtvig Programme
Youth in Action Programme
Equal Initiative
European Social Fund
Local/regional initiatives
Private funding
Own funding
Other  

Remarks

PROJECT INNOVATIVE ASPECTS:

Planning
Content
Technologies ok
Teaching methods ok
Language
Users ok
Learning environment
Skills developped
Other  

Remarks

LANGUAGE CERTIFICATIONS:

Certificate of participation to the course ok
Europass Language Passport
Other  

Remarks


EUROPEAN PRIORITIES:

Development of a language-friendly environment (2003)
Awareness-raising activities for language learning (2003) ok
Adult language learning within adult education and / or continuous vocational training paths (2004)
Awareness-raising activities for local, regional and national actors in the field of adult language learning (2004) ok
Content and Language Integrated learning (CLIL) (2005) ok
Initial and in service language teacher training (2006-2007)
Diversification of the languages on offer (2006-2007)
Inter-cultural dialogue (2008-2009)
Languages and business (2008-2009)
Language learning in the community (2010-2011)
Language skills as a preparation for work (2010-2011)

Remarks

NATIONAL PRIORITIES:

Improvement of teaching methods and materials addressed to adults (2008-2009)
Attention to adults and employed for competitiveness (2008)
Attention to adults and employed for placement, retention and progression in the labor market (2009)
Language learning for placement of young people in the labor market and transnational mobility (2010-2011)
Language learning for retention and progression of adults in the labor market (2010-2011)
Languages as key competences to tackle the economic and employment crisis (2011)

Remarks


PRODUCTS/TEACHING MATERIALS:

Typology
Training path ok
Handbook for teachers/trainers
Handbook for students
Workbook
Glossary
Test ok
Authentic material ok
Multimedia package
Other  
Specification field "other"  
Remarks

Supports
Paper ok
CD-Rom ok
DVD/DIVX ok
Website
Audiovuisual
Other  
Specification field "other"  
Remarks